HomeNatura e storiaLa Badia di Vaiano

La Badia di Vaiano

Tra il IX ed il X secolo i monaci benedettini cassieri fondarono l’Abbazia di San Salvatore di Vaiano sulla riva destra del fiume Bisenzio.

Dopo la morte di San Giovanni Gualberto, fondatore dell’Abbazia di Vallombrosa, e durante il governo del Beato Rodolfo (1073-1076) il monastero di Vaiano aderì alla riforma vallombrosana fino al 1808, anno della soppressione napoleonica.

In epoca rinascimentale attirò l’attenzione di Carlo de’ Medici, figlio di Cosimo il Vecchio, e di Giovanni de Medici, secondogenito di Lorenzo il Magnifico, il futuro Papa Leone X.

Badia Vaiano scrittorio dell'abateIl complesso architettonico è formato da un antico monastero con la chiesa in stile romanico primitivo con il presbiterio rialzato sulla cripta. Qui vi sono ospitati dipinti di Giovanni Maria Butteri, allievo del Bronzino: una tavola con il Crocifisso (1580) con la rappresentazione della Badia stessa sullo sfondo ed una tela (1585) con Madonna in trono col Bambino e San Giovannino e Santi Andrea apostolo e Lorenzo.

La sagrestia (1736-1738) è un autentico gioiello di alto livello artistico del legno che in quei secoli  era stato raggiunto a Prato.

Badia Vaiano (Fallanti)

Tra la chiesa ed il monastero si innalza la torre campanarie la cui costruzione risale al 1200 dopo cristo ma che si struttura si precedenti manufatti architettonici. Vaiano infatti era una villa di confine e la torre assolveva quasi sicuramente anche funzioni difensive. L’intera struttura è rivestita di un paramento in alberese alternato con fasce di serpentino, il famoso marmo verde di Prato.

 

Il chiostro è rinascimentale la cui costruzione risale al 1460/1470 con corridoi ampi ed interessanti decorazioni.

mtb
Previous post
Percorsi Bike
casone-bardi
Next post
Il Casone e l'Oratorio dei Bardi a San Quirico di Vernio

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *