Il territorio della Val di Bisenzio è un’area unitaria le cui evoluzione degli ultimi anni hanno segnato profonde trasformazioni evidenziando non soltanto problematiche ma anche opportunità e potenzialità rispetto all’evoluzione del turismo esperienziale. Elementi unici e distintivi del territorio possono fornire possibili chiavi di lettura di diverse offerte turistiche, individuando temi e modalità di contestualizzazione esperienziali originali e distintive.

In particolare l’ambiente naturale con la rete di sentieri Cai manutenuti e di grande importanza sociale che corrono lungo la dorsale nazionale e quella della Vallata (si annovera un rifugio Cai impegnato in azioni di pubblicistica naturalistica e ristorazione), la rete ippovia realizzata dalla Provincia di Prato che percorre come arteria di grande interesse naturalistico l’intera Valle del Bisenzio, pareti di arrampicata su Spazzavento, itinerari di speleologia, canyoning nei torrenti della Vallata, oltre che la antica via degli Etruschi, recentemente riportata alla luce, che collegava Marzabotto con Prato, le Pievi antiche, la Rocca Cerbaia e la moderna archeologia industriale (Meucci di Vernio in primis) che insieme ad altre strutture artisticamente rilevanti (la villa del Mulinaccio di Vaiano) rappresentano indubbi luoghi di interesse. Val Bisenzio annovera inoltre una ricca rete di associazionismo culturale, sociale e storico che danno vita a numero sagre, feste, fiere e rievocazioni storiche. Inoltre si sono sviluppate iniziative private legate all’intrattenimento sportivo come il parco giochi di Gavigno o esperienze di down hill legate all’esperienza ciclistica.

vacanza-rocca-cerbaia-tramonto
Previous post
Marketing ed accoglienza turistica sportiva e del benessere
boscotondo-2
Next post
Il Parco avventura nel cuore della Toscana

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *